Archivio

Ricerca:

Chiese

Basilica della SS. Annunziata


La basilica della Santissima Annunziata è il principale santuario mariano di Firenze, casa madre dell'ordine servita. Nell'interno oltre al bellissimo tempietto progettato da Michelozzo che racchiude un immagine miracolosa di Maria Santissima Annunziata, opere di Andrea del Castagno, Andrea del Sarto, il Bronzino, Perugino, Pontormo e molti altri. Molti gli artisti ivi sepolti: Pontormo, Cellini, Andrea del Sarto, Baccio Bandinelli ed il Francabigio.

> » Scarica file allegato

Basilica di S. M. Novella


E' una delle più importanti chiese di Firenze. Ampliata dai Domenicani nel XIII° secolo, ospita opere che rappresentano la storia dell'arte nelle sue massime evoluzioni: Leon Battista Alberti, Giotto, Duccio di Buoninsegna, Desiderio da Settignano, Masaccio, Paolo Uccello, Antonio Rosselino, Brunelleschi, Botticelli, Ghiberti.

> » Scarica file allegato

Basilica di Santa Croce


> » Scarica file allegato

Il Battistero


Il battistero dedicato a san Giovanni Battista, patrono della città di Firenze, inizialmente era collocato all'esterno della cerchia delle mura, ma fu compreso, insieme al duomo, nelle mura realizzate da Matilde di Canossa ("quarta cerchia").

In origine era circondato da altri edifici, come il palazzo Arcivescovile che arrivava molto più vicino, i quali vennero abbattuti per creare l'attuale piazza. La facciata principale dell'edificio ottagonale è rivolta verso il duomo, mentre l'abside si trova verso ovest.L'edificio fu costruito su resti di una struttura romana, una ricca domus del I secolo d.C., con mosaici a motivi geometrici, ritenuta in origine un tempio dedicato al dio Marte di cui numerosi pezzi di recupero vennero impiegati nella costruzione del nuovo edificio.

Lera data di fondazione è assai incerta: si pensa al IV-V secolo d.C, con rimaneggiamenti nel VII secolo durante la dominazione longobarda, forse in seguito alla conversione al cristianesimo della regina Teodolinda. In quel periodo l`edificio svolgeva le funzioni di chiesa cattedrale. Il papa fiorentino Niccolò II riconsacrò la basilica, ancora cattedrale di Firenze, il 6 novembre 1059. Nel 1128 l'edificio diventò ufficialmente battistero cittadino e intorno alla metà dello stesso secolo venne eseguito un rivestimento esterno in marmo, successivamente completato anche all'interno; il pavimento, sempre in tarsie marmoree, venne realizzato nel 1209.

Nuovo layer...
> » Scarica file allegato

La Cappella Brancacci


> » Scarica file allegato

San Miniato al Monte


La basilica di San Miniato al Monte si trova in uno dei luoghi più alti della città di Firenze da dove si gode di una vista spettacolare.  

San Miniato fu il primo martire della città. Era probabilmente un principe armeno in pellegrinaggio a Roma. Si racconta che, intorno al 250, arrivato a Firenze, iniziò la vita di eremita e che fu decapitato durante le persecuzioni anticristiane dell'imperatore Decio, andandosene poi dal luogo dell'esecuzione con la sua testa in mano e arrivando dall'altra parte dell'Arno sul luogo del suo eremitaggio e dell'attuale basilica, sul Mons Fiorentinus.

In seguito, su questo luogo, fu eretto un santuario e, nell'VIII secolo, una cappella. La costruzione dell'attuale chiesa iniziò nel 1013 sotto il vescovo Alibrando e proseguì sotto l'imperatore Enrico II. All'inizio era un monastero benedettino, poi aderì alla congregazione Cluniacense e nel 1373 a quella Benedettina/Olivetana, che vi abita tutt'oggi. I monaci producono famosi liquori, miele e tisane, che vendono in un negozio adiacente alla chiesa.

> » Scarica file allegato

Santa Maria del Fiore


La cattedrale di Santa Maria del Fiore è il Duomo di Firenze e si affaccia sull'omonima piazza.

E' la quinta chiesa d'Europa per grandezza, dopo la Basilica di San Pietro, la Cattedrale di San Paolo a Londra, la Cattedrale di Siviglia e il Duomo di Milano. È lunga, infatti, 153 metri mentre il basamento della cupola è largo 92 braccia fiorentine, pari a circa 54 metri. Può contenere al suo interno fino a 30.000 persone.

Ha una pianta a tre navate saldata ad una enorme rotonda triconica che sorregge l'immensa Cupola del Brunelleschi, la più grande cupola in muratura mai costruita, dove è visibile la più grande superficie mai decorata ad affresco; 3600 m², eseguiti tra il 1572-1579 da Giorgio Vasari e Federico Zuccari.

> » Scarica file allegato